Da Visitare

Chiesa del Soccorso

Chiesa del Soccorso | Ischia

La chiesa del Soccorso, singolare esempio di architettura locale, sorge in una posizione particolarmente suggestiva e scenografica, su un promontorio a picco sul mare che da essa prende il nome di punta del Soccorso. La chiesa è preceduta da un caratteristico sagrato delimitato da una doppia rampa di scalini di piperno distribuiti a semicerchio e decorato da mattonelle maiolicate policrome. Il sagrato si allarga in una terrazza panoramica con tipici sedili di pietra che gira intorno alla chiesa; al centro della terrazza si erge una croce di pietra, il cui basamento è rivestito di piastrelle maiolicate. Al centro del sagrato, davanti al portale, sporge un pianerottolo a pianta semiellittica il cui parapetto è decorato con maioliche raffiguranti soggetti religiosi e motivi floreali.

L’originale facciata offre una mescolanza di elementi gotici, rinascimentali, barocchi. In alto segue la curvatura della volta a botte della navata, al centro è sormontata da una croce con basamento di ispirazione barocca, ai due lati termina con cartigli solo abbozzati, anch’essi espressione di un rustico barocco orientaleggiante. Sul lato sinistro si erge il piccolo campanile con cuspide piramidale in stile gotico. Il bianco della facciata è interrotto solo dal portale rinascimentale in pietra grigia risalente alla prima metà del XVII sec., al di sopra del quale si apre un oculo. Le facciate laterali offrono un asimmetrico insieme di contrafforti, cupolette, piccole finestre quadrate, rettangolari, circolari e ovali. L’interno della chiesa è di estrema semplicità: la pianta è basilicale, vi è un’unica navata con tre cappelle laterali; la più ampia è la cappella del Crocifisso, sul lato sinistro, coperta da volta a crociera e chiusa da una balaustra in marmo e ringhiera di ferro.

L’aspetto più interessante è dato dal succedersi di diversi tipi di volte: al primo tratto a botte segue una volta a crociera e in fondo la cupola con pennacchi sferici, illuminata da quattro finestre a occhio di bue. Il pavimento dell’abside è rivestito di mattonelle di maiolica. Le uniche altre decorazioni sono lesene corinzie e cornici su cui poggiano modellini di velieri, ex voto di marinai. Anche nella sacrestia sono conservati alcuni dipinti raffiguranti naufragi fatti eseguire come ex voto da marinai o da sopravvissuti a tempeste in mare. Conosciuta come la Chiesa di Santa Maria Della Neve.

Condividi con:

Alloggi

INDIRIZZO  Via del Soccorso, 80075 Forio NA

CALCOLA IL PERCORSO